Tante novità nel mercato monetario: addio alla più grande della banconote della famiglia Euro e braccia aperte per accogliere i nuovi tagli da 100 e 200 euro. Cosa cambia? Ecco cosa succederà il nuovo anno.

La BCE dichiara lo stop della super banconota da 500 euro

Per molti è una banconota come tutte le altre, per tanti sembra essere mito, paragonabile ad un folletto dal vivace colore che non ama farsi notare e vedere da tutti. Vedere in giro la banconota da 500 euro non è semplice, ma esiste, fidatevi. Poco si fa vedere, ma… ora scomparirà del tutto.

La Banca Centrale Europea ha deciso per lo stop della produzione di questa banconota proprio a partire dalla fine del 2018. Perché tutto questo? Perché dobbiamo dire addio alla banconota da 500 euro? Sembra che la decisione dei massimi organi del mercato monetario europeo dipenda direttamente dalla sicurezza. La BCE ha dichiarato: “la banconota da 500 euro facilita le attività illegali!”

Una decisione presa soltanto per garantire una maggiore sicurezza all’interno del grande mercato del Vecchio Continente, cercando di colpire alla base qualsiasi attività illegale che proprio da questa super banconota succhiava linfa vitale. Può sembrare strano, ma è stata la banconota più utilizzata per facilitare attività illecite come riciclaggio e finanziamento del terrorismo. Quindi, quella che parte proprio da Francoforte è una nuova misura per controllare il mercato e la sua sicurezza.

E chi ancora ha nelle mani queste banconote come deve comportarsi? Cosa fare? Ormai siamo agli sgoccioli e la novità è pronta a stravolgere, si spera in positivo, l’economia europea.

Addio Banconota da 500 euro: ecco quello che c’è da sapere

Dobbiamo salutare la più grande banconota per sempre e dobbiamo essere pronti a dare un caloroso benvenuto ai nuovi biglietti da 100 e 200 euro. Un 2019 ricco di sorprese, ma che non devono assolutamente spaventare.

Le nuove banconote da 100 e 200 euro saranno immesse nel circuito monetario europeo con l’unico scopo di contrastare l’attività dei più abili falsari. Saranno prodotte utilizzando le più sofisticate tecniche (e materiali) anticontraffazione, proprio per scoraggiare questa illegale attività. La banconota da 500 euro, invece, sarà mandata in pensione per i motivi prima detti, ma sempre legati al tema sicurezza.

Importantissime novità che cercheranno in breve tempo di rendere l’Eurozona più sicura, tutelando Stati e cittadini.

La BCE ha annunciato che “la banconota da 500 euro non sarà più prodotta, ma manterrà sempre il suo valore e potrà essere utilizzata normalmente. Inoltre, potrà essere cambiata, senza limiti di tempo, in qualsiasi banca centrale del sistema”. Insomma, non un addio immediato, ma un lento processo che porterà ad una controllata eliminazione della banconota dal mercato. Avete tante banconote da 500 euro? Non preoccupatevi, potrete continuare ad utilizzare normalmente e senza limiti.

Nuove regole di politica monetaria

Combattere la criminalità non è la sola ragione del blocco della produzione della banconota in questione. Infatti, come spiegano i massimi esperti dell’economia europea, lasciare la banconota da 200 euro come taglio più grande (in Gran Bretagna il taglio più alto è quello da 50 sterline) significa “regolare la quantità di contante che i risparmiatori possono tenere da parte”.

Non è semplice capire le regole del mercato monetario, ma altre spiegazioni più dettagliate dagli istituti centrali non tarderanno ad arrivare nel corso dei primi giorni del nuovo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *